Skip to main content

Incontro annuale dei Visitatori d'Europa (CEVIM): Celje-Slovenia, 8-12 aprile 2024

 

LOGO 400 ANNI 1

INCONTRO ANNUALE DEI VISITATORI D’EUROPA (CEVIM)
CELJE-SLOVENIA, 8-12 APRILE 2024

All’incontro erano presenti undici Visitatori più i due superiori regionali di Albania e Ungheria, insieme ai due assistenti generali: padre Rafal Kopystynski e Nelio Pita. Mancava padre Leonid, vice-visitatore di Ucraina. Dopo la cena di lunedì 8, il visitatore della Slovenia, p. Robert Petkovsek, ci ha accolto calorosamente e ha descritto l’attività della casa.

Il giorno 9 aprile è stato dedicata alla formazione e alla riflessione, aveva come tema la “missione evangelizzatrice della Congregazione”. Sono intervenuti tre relatori. Mons. Anton Stres, CM, arcivescovo emerito di Lubiana, ha approfondito aspetti come la secolarizzazione, l’impatto della cultura, il coinvolgimento di tutta la Chiesa, l’evangelizzazione dei poveri e la resistenza al sentimento disfattista che regna in Europa. Padre Branko Cestnik, clarettiano, ha esortato a essere radicati in Gesù Cristo e ad essere audaci nella missione, consapevoli che Cristo morto e risorto deve essere annunciato e che due terzi dell’umanità non lo conosce. Ha esortato a mostrare gioia e speranza nell’avvicinamento delle persone. Padre Erminio Antonello, CM ha relazionato sulla predicazione “alla missionaria”. La giornata si è conclusa con i lavori in gruppi linguistici per fare il punto sugli impegni assunti dalla CEVIM nell’Assemblea Generale del 2022 e sugli impegni Cevim del 2023. Un gruppo di cantori ha allietato la serata.

Il giorno 10 è stata una giornata molto intensa di scambi e di lavoro. Ci si è soffermati soprattutto sulla risposta comune alla lettera che il Superiore Generale ha indirizzato ai visitatori d’Europa il 15 marzo 2024. In particolare egli ha chiesto ad alcune province di invitare i confratelli che già lavorano nelle diocesi, ad inserirsi nelle comunità vincenziane della stessa nazione. Le Province interessate hanno aderito alla richiesta del P. Tomaz Mavric e ritengono importante inserire nella pastorale vincenziana in Europa anche confratelli di altri continenti, stilando accordi scritti con le Province di provenienza. Tutti hanno accolto positivamente l’invito del Superiore Generale ad estendere l’impegno nella pastorale delle missioni popolari e della predicazione itinerante formando comunità missionarie per rispondere ai bisogni di accoglienza e cura dei migranti, nelle grandi città europee. L’incoraggiamento ricevuto dal Padre Mavric sull’animazione vocazionale, ha trovato ampia approvazione. Infine sull’impegno a far conoscere san Vincenzo e la Congregazione della Missione nelle parrocchie di tutta Europa con attività dedicate di animazione, è sembrata una sfida raggiungibile attraverso i media e le forme nuove di comunicazione.

Il Superiore Generale ha chiesto anche di ridimensionare il numero delle Parrocchie e il nostro impegno in esse, ma su questo è già in atto una revisione sistematica dei ministeri nelle Province europee.

Si è deciso di continuare gli impegni presi negli anni precedenti: in particolare aggiornare i dati di ogni Provincia nel sito della Cevim, condividere i protocolli sugli abusi ai minori, informare degli esercizi spirituali della provincia anche le altre province europee, promuovere la partecipazione di un confratello e di un laico nel master di vincenzianesimo.

E’ stata decisa la data dell’incontro dei giovani in formazione e dei primi anni di sacerdozio, che sarà dal 23 al 27 luglio 2025 a Parigi. Il 2/12 Maggio 2025, sempre a Parigi, ci sarà l’incontro dei visitatori della CM a tre anni dall’Assemblea Generale. 

Si è concordato che il SIEV organizzi un incontro di formazione “online” (con traduzione simultanea) per i missionari CEVIM in questo anno 2024 e in preparazione al 400° anniversario di fondazione della nostra Congregazione. In questa prospettiva, è stata affidata alla Provincia di Francia l’organizzazione, nel luglio 2025, dell’Incontro dei giovani vincenziani europei.

Dopo tre anni di servizio è stato rinnovato il Consiglio Permanente come stabilito dagli Statuti.
Presidente: P. Pawel Holc (Polonia).
Vicepresidente: P. Fréderic Pellefigue (Francia). 
Terzo Membro: P. Pedro Guimaraes (Portogallo). 
Segretario: P. Adam Borowski (Polonia). 

Giovedì 11 è stato dedicato alla cultura e alla convivenza. Visita alle rovine della Certosa di Zice, testimonianza delle radici cristiane di questa parte d’Europa. Altra visita alla città di Ptuj alla confluenza dell’antica Illiria e della Pannonia, con ricordi dell’epoca romana. Dopo il pranzo celebrazione dell’Eucaristia presieduta dal Cardinale Franc Rodé, CM al Santuario di Ptujska Gora (Vergine del Mantello). A Zibika, in mezzo al verde dei boschi, è stato fatto un ottimo spuntino-cena, allietato da un simpaticissimo quartetto di giovani musicisti.

Un grazie sincero va a P. Robert, Visitatore della Slovenia, per la buona organizzazione di tutto.

P. Erminio Antonello, CM